Le barene della Laguna di Venezia

Le barene della Laguna di Venezia

Le barene della Laguna di Venezia sono un piccolo paradiso per molte specie di uccelli e per un raro ecosistema di piante resistenti all’ambiente salino.

Le barene sono terreni tipici delle lagune, periodicamente sommersi dalle maree. Sono attraversate da canaletti naturali (detti ghebi) e ricoprono una notevole superficie della laguna di Venezia, soprattutto nelle zone nord e sud.

Le barene presentano un suolo pesante, asfittico e poco permeabile, che è periodicamente sommerso dalle maree ed è ricco di sali, motivo per cui è definito “suolo salso”. Poche piante sono riuscite ad adattarsi per crescere in un ambiente così severo, dove troviamo pertanto una vegetazione molto diversa da quella che possiamo incontrare in un prato o in un bosco e che, per la sua caratteristica di vivere in suoli salati, è detta “alofila”.

Questi delicati habitat portano molteplici benefici all’uomo:
– favoriscono la biodiversità;
– supportano attività economiche come pesca, caccia ed eco-turismo;
– abbattono nutrienti ed inquinanti;
– moderano correnti e moto ondoso;
– possiedono un’elevata valenza paesaggistica.

Valore ambientale delle Barene e della Laguna di Venezia

Oggi, le barene sono soggette ad un preoccupante fenomeno di erosione, con serio rischio per l’intero ecosistema lagunare.
Dal 1901 al 2003 la loro superficie è passata da 170 km2 a 47 Km2 per una riduzione di oltre il 70%. L‘erosione è dovuta a diverse cause, sia naturali che umane:

  • alterazione del sistema di correnti della laguna causata dallo scavo di canali profondi e dalle modificazioni apportate alle bocche di porto;
  • ridotte quantità di sedimenti entranti in laguna;
  •  onde generate da vento e barche a motore;
  • tecniche invasive di pesca che arano il fondale;
  • subsidenza e innalzamento del livello del mare.

Il progetto LIFE VIMINE si propone di contrastare l’erosione attraverso piccoli interventi di ingegneria naturalistica per proteggere le sponde delle barene; questi interventi sono puntuali e diffusi, reversibili, realizzati con materiali naturali, lavoro manuale e imbarcazioni leggere. E’ prevista, inoltre, la manutenzione ordinaria di questi interventi, coinvolgendo anche la popolazione locale, per assicurarne l’efficacia nel tempo.

vademecum del diportista

Ecco un piccolo vademecum con piccoli accorgimenti per contribuire alla conservazione delle barene:

 

  • Rispetta i limiti di velocità … e rallenta ogni volta che vedi che le onde prodotte dalla tua imbarcazione possono arrecare disturbo (a barene, animali, persone)

  • Naviga solo lungo le rotte consentite

  • Non gettare rifiuti in Laguna

  • Rispetta le regole per la pesca

  • Collabora e segnala qualsiasi problema (barene in erosione, rifiuti abbandonati, etc) nella piattaforma web dedicata: lifevimine.crowdmap.com
    del progetto LIFE VIMINE

Questo Vademecum fa parte delle azioni di sensibilizzazione, e del mondo della nautica in generale, sulla questione del moto ondoso e di un comportamento responsabile in Laguna, del più ampio Progetto LIFE VIMINE con il quale SlowVenice collabora.

2017-08-01T16:22:16+00:00