Giornata internazionale dell’ambiente

“Pensa, mangia, preserva” è lo slogan scelto per la Giornata Internazionale dell’Ambiente, istituita dall’O.N.U. per ricordare la Conferenza di Stoccolma sull’Ambiente Umano del 5 giugno 1972, nel corso della quale prese forma il Programma Ambiente delle Nazioni Unite, e che quest’anno ha come tema i rifiuti alimentari (si stima che il 40-50 per cento del cibo prodotto venga sprecato).
Le giornate celebrative sono un’arma a doppio taglio. Nate per mantenere viva nella memoria collettiva eventi che hanno cambiato il corso dell’umanità, spesso perdono nel tempo il loro significato e si appiattiscono in una commemorazione sterile, che dura solo un giorno e poi tutto torna come prima. Non dovrebbe essere così, né per la Festa delle donne, né per il Giorno della memoria e nemmeno per la Giornata internazionale dell’ambiente.
In questo caso promuovere l’adozione di comportamenti virtuosi e modelli di consumo utili a diminuire l’impronta alimentare di ciascuno di noi è un modo semplice e pragmatico per farci riflettere sull’importanza dei beni comuni. E non solo per un giorno!