Se il giorno di San Martino siete a Venezia potreste incontrare gruppi di bambini che battono pentole e coperchi.

Ma cosa succede a Venezia nel giorno di San Martino?

È tradizione che l’11 novembre i bambini vadano in giro per le calli, armati di pentole e coperchi a “batter San Martin”, cantando una filastrocca per ricevere dolci o qualche monetina.

San Martin xè andà in sofita
A trovar la so novizia
La so novizia non ghe gera
‘L xè cascà con cul per tera
El s’à messo ‘n boletin
Viva, viva San Martin!

Il “batter San Martin” a Venezia

Il “batter San Martin” è un’antica tradizione veneziana che riempie di gioia le calli di Venezia.

La festa di San Martino è molto sentita e permette ad ognuno di noi di ritornare bambino.

Il culto veneziano di questo santo è molto antico. La Chiesa di San Martino che si trova nel sestiere di Castello, dedicata al santo che tagliò il suo mantello per donarlo ad un povero che soffriva il freddo, fu fondata nel VIII secolo.

Da sempre i veneziani, che amano molto questa ricorrenza, preparano per l’occasione il tipico dolce di San Martino.

Un biscotto di pastafrolla ricoperto di glassa al cioccolato e caramelle che raffigura San Martino a cavallo.

Un dolce tipico della tradizione veneziana che oggi si può trovare anche nei paesi in provincia di Padova e Treviso, dove la festa di San Martino si è diffusa nel tempo.

Potete assaggiare il dolce di San Martino acquistandolo nelle pasticcerie e panifici veneziani.

Dopo un’escursione alla scoperta di una Venezia autentica, durante un tour enogastronomico con lezione di cicheti in un bacaro veneziano o lungo l’itinerario che vi porterà a conoscere gli antichi mestieri della città lagunare, fermatevi a gustare il “cavallo di San Martino”.

Se invece volete mettervi alla prova in cucina, ecco la nostra ricetta per preparare il dolce di San Martino: gli ingredienti sono pochi, naturali e li troverete di sicuro nella vostra dispensa.

L’ingrediente segreto è la magia della festa di San Martino che si respira a Venezia durante questa giornata.

La ricetta SlowVenice per preparare il dolce di San Martino

Ingredienti:

  • 2 tuorli
  • 250 gr di farina
  • un albume
  • 125 gr di burro
  • 150 gr di zucchero a velo
  • scorza di limone
  • 100 gr di cioccolato fondente
  • confetti e zuccherini
  • sale

Innanzitutto serve avere uno stampo in cartoncino o di semplice carta.
Si unisce la farina con i pezzetti di burro freddo tagliato e si frulla fino ad ottenere un composto sabbioso. Quindi si aggiunge lo zucchero a velo e la scorza di limone, il sale e poi si apre il composto per ricevere le uova, amalgamandole con la farina.
Impastare e poi con le mani velocemente formare un panetto, coprirlo con la pellicola trasparente e metterlo in frigo per mezz’ora.
Su carta da forno stendere la pasta frolla col mattarello, posizionare sopra lo stampo e ritagliare il dolce.
Infornare a 180° gradi per 15 minuti fino alla doratura.

Scopri Venezia con SlowVenice

Le nostre proposte di soggiorno

Se questo articolo ti ha interessato scopri alcune delle nostre proposte di viaggio. Tutte sono personalizzabili e si possono adeguare alle vostre esigenze.

2019-05-15T13:20:26+02:00

In bicicletta fra mare e laguna

Intorno a Venezia, si percorrono in bicicletta pianeggianti terre a pelo d’acqua. Scoprire un territorio lentamente: tutto è attrazione e pretesto per una sosta.

2019-02-07T11:24:27+01:00

Dalla Laguna al cuore di Venezia

Intorno a Venezia, un paesaggio naturale ridisegnato in parte dall’ingegno umano. Luoghi da scoprire lentamente in bicicletta attraversando terre a pelo d’acqua, su percorsi facili e pianeggianti.