SlowVenice è sostenitrice di moltissime iniziative di viaggio di scoperta e conoscenza, dentro e fuori la Laguna di Venezia.
Quest’anno si è tenuta l’impresa intitolata “Un Po di donne, a remi da Venezia al Parco del Delta” una “festa” lunga 200 Km a remi.

In un’intervista, Giovanna Della Toffola, socia della Canottieri Giudecca e promotrice di esperienze turistiche slow per SlowVenice, racconta della passione sportiva per la voga alla veneta che si interseca fortemente all’amore per i luoghi e per le memorie collettive veneziane…

“Indubbiamente sì, la voga alla veneta è una SlowVenice_vogapratica sportiva che mette insieme l’aspetto tecnico del gesto fisico a quell’aspetto emotivo che fa vivere la laguna e la città in modo del tutto particolare. È un punto di vista, quello dall’acqua e dalla barca, che ci dà modo di trovare un legame anche con il nostro passato, è l’occasione per tenere vivo un patrimonio di conoscenze che altrimenti andrebbe perduto. Nelle nostre associazioni remiere la presenza di vecchi soci, di regatanti non più in attività e di persone che mettono a disposizione il loro sapere, è una grande ricchezza.
La passione sportiva sia a livello agonistico che a livello dilettantistico nasce in noi senza dubbio da un grande amore per l’ambiente lagunare e per le sue tradizioni.

La Canottieri Giudecca è storicamente considerata una società “molto femminile” per il numero di iscritte. Pur non raggiungendo il 50 per cento, in un ambiente un po’ maschile come quello delle remiere, le nostre socie sono sempre state molto numerose e attive. Non solo, la nostra presidente per 12 anni è stata una donna.
Sono 20 le socie della Canottieri Giudecca che partiranno per il raid a remi sul Delta. Fra loro ci sono donne di diverse età, di diversa estrazione sociale, dagli interessi più disparati ma unite tutte, oltre che dall’amicizia, dalla stessa “passione per il remo”.
Fra noi ci sono ben cinque vogatrici originarie di paesi stranieri (si va dalla Germania alla Francia, dal’Australia alla Svezia) e altre nate in Italia e giunte qui per studio o per lavoro.
Ed è proprio questa la ricchezza del gruppo: l’occasione per il confronto e lo scambio di esperienze.” (Intervista noidonne.org)

SlowVenice_voga

Siamo tornate alla laguna dopo circa 170 chilometri a remi da Venezia a Padova, Monselice e Chioggia. Abbiamo ancora negli occhi, nelle braccia e nel cuore scorci incantevoli intrisi di storia e di bellezza paesaggistica e tanti momenti di incontro con quanti ci hanno accolte e sostenute con simpatia e con il proprio lavoro durante il viaggio.

Per leggere la storia completa visita il loro blog e scopri i racconti giorno dopo giorno su unpodidonne.wordpress.com