Progetto di valorizzazione degli ambienti naturali con le scuole

Limosa, cooperativa nata nel 1987 a Marghera da un gruppo di amici di educatori e guide ambientali, è oggi capofila e ideatrice della rete SlowVenice per un turimo etico e sostenibile a Venezia. Limosa, da sempre molto legata ai pregi territoriali del territorio veneziano come il  Forte Tron, un parco che circonda una fortezza nella Laguna Veneta, ricorda in modo affettuoso una vicenda accaduta proprio in quel luogo.

Testimonianze dai ragazzi

“Vengo da un paese dove c’è la guerra….”

E’ stato un piacere e un onore accompagnare a Forte Tron un gruppo di ragazzi dalla storia difficile  che fino a tarda sera hanno lavorato e contribuito ad aprire nuovi percorsi nell’oasi . Riportiamo le parole dei ragazzi che hanno partecipato e il messaggio dei responsabili del gruppo.

“Lavorare a contatto con la natura mi è sempre piaciuto, farlo insieme con altre persone come oggi è ancor più bello.”

“Non ero mai stato in sotteranei così. Non pensavo fosse possibile costruire strutture di quel genere tanto tempo fa.”

“Vengo da un paese dove c’è la guerra. Bello aver lavorato in un posto dove si faceva la guerra e adesso non si fa più”

“Poter uscire e fare attività che mi impegnino mi fa bene. Se poi serve a far star bene anche la natura o aiutare altre persone, meglio ancora”.

“Voglio tornare a dare una mano a persone con la passione di Giovanni Cortesia”

Nell’ambito degli eventi organizzati per la settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile, la Cooperativa “Limosa” di Marghera, in collaborazione con l’Associazione di Promozione Sociale “ComuniCare”, ha ideato e coordinato presso Forte Tron – storica struttura militare la cui costruzione risale al 1887, aperta alla cittadinanza dal 2010 con offerte culturali ed aggregative ad ampio raggio – un progetto di riqualificazione e valorizzazione degli ambienti naturali  e visita guidata all’oasi.

All’iniziativa hanno partecipato minori accolti presso gli “appartamenti di sgancio” gestiti dalla Cooperativa Gea e gli ospiti della Comunità Educativa “Ca’ dei Giovani” di Marghera, seguiti da un educatore ed accompagnati dai referenti di “Limosa”, “ComuniCare” ed altri volontari. Per i ragazzi – alcuni dei quali sottoposti a misure restrittive dall’Autorità Giudiziaria – si è trattato di un’occasione per  apprendere aspetti storiografici legati al territorio veneziano usufruendo delle tanto dettagliate quanto coinvolgenti spiegazioni  della nostra guida, Giovanni Cortesia, che ha regalato a tutti l’opportunità di una riflessione sulla trasversalità e l’intreccio di  tematiche quali la tutela dell’ambiente, la promozione alla legalità e al valore dell’impegno costruttivo. Poter contribuire attraverso azioni concrete e collettive alla salvaguardia di un luogo così unico e prezioso, ha assunto per questo una valenza ancor più profonda in riferimento alla rielaborazione dei propri agiti e stili di vita; ha rappresentato inoltre un’ulteriore conferma di come la sinergica collaborazione tra soggetti operanti nell’ambito sociale possa suscitare importanti stimoli orientati al rispetto delle norme che strutturano il vivere civile.”

Scopri i laboratori didattici di Limosa: QUI